PHOTONOLO E IL FESTIVAL

PhotoNolo è una delle voci che daranno una mano al NoLoFringe Festival. Anzi, saranno i suoi occhi e ci faranno vedere cose bellissime!

A NoLo vivono molte anime e molte passioni. Spesso queste energie si incontrano tra una colazione di quartiere e un post sulla social district.
La collaborazione tra il festival e il gruppo di PhotoNoLo è nata proprio durante uno di questi momenti.Abbiamo incontrato Camilla Costarelli, ideatrice e amministratrice della communityPhotoNolo, per scoprire chi sono e cosa faranno durante la settimana del festival.

Cos’è PhotoNolo?
PhotoNolo è una community che abbraccia tutte le tipologie di appassionati di fotografia. Quand’è nata, l’idea era quella di creare un gruppo dal quale far nascere delle attività. PhotoNolo è attiva oramai da due anni e abbiamo creato diversi format, serate e incontri, nei quali declinare questa passione in modo diverso, cercando di far conoscere i locali del quartiere. Ad esempio, abbiamo organizzato aperitivi a tema fotografico, con condivisione di fotografie e riflessioni in merito. Di solito lanciamo un tema, le persone mostrano le loro foto, poi le condividiamo in modo anonimo, con l’idea di crescere sia tecnicamente, sia nel linguaggio fotografico.

Da un punto di vista pratico, organizziamo le passeggiate fotografiche, esplorando il quartiere, o andiamo a eventi di Milano dandoci un tema e sviluppandolo. Da qui è nata la pagina Instagram (@photonolo20125), dove condividiamo le foto. Poi abbiamo un gruppo Facebook che è la piattaforma ufficiale, qui lanciamo eventi, condividiamo foto, facciamo challanges… L’obiettivo è quello di crescere come fotografi e al contempo valorizzare il nostro quartiere.

E l’amicizia col NoLo Fringe Festival?
Come gruppo di fotografi non vogliamo sostituirci ai fotografi ufficiali, siamo amatoriali, un gruppo che nasce dal basso, e che si trova a supportare attività legate al quartiere. Vorremmo essere una cassa di risonanza delle belle iniziative che nascono nel quartiere, ci piace dare un nostro punto di vista, sostenendo “da vicini di casa” gli eventi.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.