MAAT

DANZE E SUONI D’ORIENTE

 

A CURA DI MAAT

13 settembre ore 17.00

 

ex CHIesetta parco trotter

MAAT, dal nome della Dea Egizia dell’Armonia, offre un viaggio in musica e danza dal Maghreb al Medioriente, dall’Andalusia alla Turchia. I suoni che il pubblico incontra in questo viaggio sono quelli del flauto traverso, del ney o flauto arabo, uno degli strumenti più antichi al mondo, flauto traverso e ciaramella di Alessandro Tarolo, e della darbuka, tamburi a cornice e riqq di Marzia Palmieri, ricchissime nelle loro sfumature e virtuosismi tipici delle percussioni arabe. La danza orientale o “danza del ventre” di Eli Sias si muove su questo repertorio ormai variegato come un terzo strumento musicale, con movenze della tradizione più classica, del folklore arabo e interpretazioni personali costruite sulla base del linguaggio della danza orientale o raks sharqi.


CLICCA QUI PER PRENOTARE

Leggi il regolamento