io sono penelope

Mise en espace

DI Fabrizio Lopresti

CON Fabrizio Lopresti 


 

Di Penelope si sa poco, resistono pochissimi antichi scritti oltre all’Odissea. Io l’ho sempre immaginata come una donna fiera, astuta, innamorata, immersa in una responsabilità quasi spaventosa ma che ne accresce il carattere ed il mistero. Cosa realmente provava questa giovane donna appena il suo Ulisse partì per la guerra di Troia? Per venti lunghi anni lo ha atteso, amandolo in una forma d’amore totale.

Non è solo Eros, è Agape. L’amore smisurato. Nostalgia mista a saudade, lacrime salate di baci ancora da scambiare. Una storia attualissima ed arcaica allo stesso tempo, dove Penelope racconta sé stessa, la sua femminilità, il ricordo del marito, vivendone quotidianamente il desiderio di averlo ancora per sé. Una storia sul distacco e sul riavvicinamento, sulla guarigione dell’amore. Una delle più grandi Donne che la Storia abbia mai raccontato, il racconto di una donna per le donne, tra canti e musiche dal vivo dove la Magna Grecia incontra il Sud Italia. Siamo ad Itaca, sopra un colle dove Ulisse e Penelope si abbracciarono per la prima volta. Sotto, si vede il mare e Penelope ci appare ancora vestita da sposa

 

CLICCA QUI PER PRENOTARE

Leggi il regolamento

12 settembre ore 19.00

 

Anfiteatro di via Russo

via Vincenzo Russo, 27